Utilizziamo i cookie per analizzare, pubblicizzare e migliorare il nostro sito web. Per ulteriori informazioni consultare la nostra Dichiarazione di Protezione dei Dati.
>
Shop
>
Accensione
>
Magneti

Magneti

Magnete accensione ZEV di Morris
Magnete accensione ZEV di Morris
Ai primordi del motociclismo le batterie e i sistemi di alimentazione non erano lontanamente quelli di oggi. C’era sempre da arrabbiarsi, che spesso si rimaneva in mezzo a qualche landa desolata con la batteria a terra. Quando poi agli inizi del XX secolo Robert Bosch sviluppò un magnete accensione compatto e leggero, la gran parte dei piloti lo accolse con gioia, dato che risultava essere semplice e affidabile. Unico difetto era che mancava la corrente per l’illuminazione, che andava sistemata con un dispositivo all’acetilene (carburo). Il 1912 è stato il primo anno nel quale era possibile ordinare una Harley Davidson nuova dotata di accensione Bosch, prodotta negli USA sotto licenza, e la Factory l'ha venduta come optional per tutti i modelli ioe della serie F fino al 1929.
Il magnete accensione qui offerto viene realizzato dalla rinomata azienda statunitense Morris, ed è una riproduzione autentica del leggendario tipo ZEV per i V-Twin 45°. Visto da fuori non c’è quasi differenza rispetto al modello storico, con il meccanismo anticipo-ritardo azionato per cavo, i cavi accensione in guaina tessuta e i portacuscinetti di colata. Internamente però il tutto è stato portato al livello tecnologico attuale affinché sia ancora più affidabile del suo bisnonno. Ne fanno parte l’innesto, la bobina accensione e un ruttore “moderno”. Viene comandato da un pignone seriale, pure disponibile, e si fissa con delle viti 3/8”-16 al basamento motore.
È adatto anche per i modelli della serie J (con sistema d'accensione a batteria), ma va modificato il carter distribuzione.
Il perno non ha la scanalatura per una chiavetta. La fasatura va effettuata manualmente.
leggi …

Argomenti correlati