Utilizziamo i cookie per analizzare, pubblicizzare e migliorare il nostro sito web. Per ulteriori informazioni consultare la nostra Dichiarazione di Protezione dei Dati.
Home
>
Eventi
>
2018 - One-Derful

2018 - One-Derful

Alla domandona manca ancora una risposta certa: che cosa rende così eccezionale “The ONE Moto Show” di Portland nell’Oregon? Saranno le moto che se ne stanno lì, d’ogni marca e d’ogni cilindrata, dislocate con perfezione da sogno? Sono state accuratamente selezionate dal team che circonda Thor Drake* di SEE SEE MotorCoffee Co., anche perché lo spazio a disposizione, pur di 5500 m², non è infinito. Ognuno di questi bicicli materializza l’idea ispiratrice di tutta la manifestazione: qual è QUELLA moto che da sempre hai voluto costruire: fatta con quel motore strano che da anni se ne sta buttato in garage; col basketcase che hai comprato da un compagno perché sua moglie voleva far spazio in cantina; col barnfind che a chiunque anche solo un po' aggiornato fa sgorgare lacrime d’invidia – o con il vecchio macinino che da anni ti scorrazza in giro.

Un centinaio di queste moto

uniche, messe insieme con tantissimo impegno, e cura, e per notti e notti; coperte d’improperi, finite all’ultimo minuto, e mettendo a rischio la pace domestica, fanno mostra di sé nella monumentale fonderia Vanport. Davanti, dietro e accanto alle bike, le opere di 40 artisti motoispirati, addobbate con stile ma senza mai esagerare. Qui è all’opera gente che ha gusto – e lo si vede pure dal cibo, dai dj e dalle band.

Dato che per la prima volta

l’entrata non è gratuita, le file intorno all’isolato sono limitate e la vista sulle moto non impedita da masse umane. E anche le conversazioni sono decisamente imbrattate d’olio.

Chi non ha voglia di fare conversazione, sabato trova il posto giusto al One Pro Race sul Salem Indoor Speedway: innumerevoli categorie di kids, dagli amatori fino ai professionisti Super Hooligan, fanno svolazzare i pantaloni, tintinnare le orecchie e volare il fango. Non c’è goccia d’olio che si mantenga a temperatura ambiente.

Con le orecchie ancora in fibrillazione,

la domenica poi abbiamo l’onore di poter conferire un premio, e precisamente a Andy Forgash per la sua Shovel, elegante e proprio a posto. E c’era, giusto in tema, il “Best American Bike Award 2018”. In tema, perché 3 anni fa noi ci abbiamo vinto il premio con la nostra Cannonball Knuckle; in tema, perché Andy Forgash conosce la nostra città quartier generale da quando girava a Würzburg con la sua band di allora, Danaya – e in tema perché lui, come abbiamo saputo dopo, da poco aveva fatto il suo primo ordine da noi. Piccolo mondo V-Twin – grande divertimento ONE Show.