Utilizziamo i cookie per analizzare, pubblicizzare e migliorare il nostro sito web. Per ulteriori informazioni consultare la nostra Dichiarazione di Protezione dei Dati.
>
Shop
>
Novità e specials
>
Product Specials
>
Rockmount Ranch Wear

Rockmount Ranch Wear

"Coloro che fino ad oggi hanno pensato alla propria camicia innanzitutto come puro capo d’abbigliamento, ora potrebbero avere un buon motivo per cambiare opinione: le camicie Rockmount di Denver, Colorado, non si mettono semplicemente, si indossano.

Questo perché le camicie Rockmount sono una specie di divisa per tutti quelli che per primi hanno fatto della parte occidentale degli USA un angolo di mondo cinegenico e leggendario: i cowboy, farmer, rancher, trucker, musicisti country, leggende del rock, eroi di rodeo, tutti coloro cioè che sono abbastanza uomo o donna da catapultarsi fuori dai diktat della moda multinazionalglobale con una tranquilla scalciata d’avvio verso uno stile proprio – esattamente come per i ferri Milwaukee che hanno sotto il sedere.

E come vuole il caso, i nostri stimatissimi V-Twin del Wisconsin e il fondatore di Rockmount sono della stessa generazione: Jack A. Weil, alias Papa Jack, ha visto la luce dell’Indiana nel 1901, proprio due anni prima che i signori Harley e Davidson alzassero polvere leggendaria con la loro prima motocicletta.

Intanto Papa Jack, in quanto capo di Rockmount dal 1946, si occupava di alcune cose essenziali che dovevano migliorare la vita quotidiana del cowboy suo vicino. La cosa più notevole qui sono senz’altro i bottoni automatici: chi è infatti che fra una sellata al cavallo e una catturata di mucca ha il tempo di cucirsi un bottone. In questa maniera poi le tasche stanno chiuse meglio. E se comunque si rimane agganciati da qualche parte, ecco che il bottone si apre ma niente si strappa.

In ultima istanza però il piano di papa Jack era far diventare la camicia Rockmount un simbolo stilistico di status capace di chiarire alla bella gente di città, durante l’uscita serale al saloon, chi è che fa girare la ruota di carro del West.

Certo, non tutti hanno a portata di mano un grande ranch e un saloon – però per esperienza possiamo dire: le camicie Rockmount fanno la loro figura pure cavalcando ferri pesanti americani – per andare al lavoro, a un appuntamento o per andare a bere una birra.

E questa cosa la sappiamo non soltanto noi ma anche parecchi personaggi famosi: dall’Elvis delicatamente quadrettato a Jack White dei White Stripes in rosso sangue con frange, Bob Dylan bianco serioso, Eric Clapton tutto in nero, Cary Grant, Reese Witherspoon, Heath Ledger, dal posato all’ornamentale, Rock, Country, Hollywood: è che semplicemente Rockmount ha qualità da star, per cui può capitare che se uno cerca una certa camicia nel negozio Rockmount gli venga detto: “Sorry, ma l’ultima camicia della serie ieri se l’è presa Jimmy Page dei Led Zeppelin.”

Nelle camicie Rockmount tutto è a posto: non solo sono un’asserzione cool in quanto all’aspetto, ma tutte le camicie della nostra gamma sono “Made in USA”. Forse non è un modo per massimizzare i profitti, però segue una logica aziendale Rockmount condivisibile: chi offre un prodotto che sembra così americano dovrebbe anche farlo fare in America. Inoltre, se la fabbrica si trova dietro l’angolo e tutti parlano la stessa lingua, si è più veloci nel mettere sul mercato dei nuovi modelli.

Un motivo in più per tenere Rockmount nel nostro programma. Per cominciare, una piccola selezione dagli incredibilmente tanti stili – ma niente impedisce che presto diventi più vasta. Perché detto fra noi: chi riesce a dire di no a delle camicie alle quali il loro inventore ha lavorato fino al suo 107. anno di età – solo perché gli andava di farlo!?"

Rockmount Paisley Shirts
Rockmount Paisley Shirts
Non c’è dubbio: indossare una camicia Paisley è un po’ come una Harley kickstart-only: bisogna volerla. E anche saperla portare.
A quel punto però è chiaro per tutti che qui c’è uno che sa quel che fa. E quel che ha: taglio disinvolto, cuciture doppie, i bottoni automatici tipici “Diamon Snap”, tasche dentellate, 100% cotone, lavabile in lavatrice. E dato che sopra c’è scritto Rockmount vuol dire anche: “Made in USA”.
Perché nonostante “Papa” Jack Weil nel 1946 con le sue camicie Rockmount ha avuto in mente anzitutto il cowboy e il contadino suoi vicini, queste erano talmente nuove di concezione e disinvolte che prestissimo il nome Rockmount e la sua qualità si diffusero oltre le frontiere dell’”West”. Ovvio che nemmeno i cantanti country, le leggende del rock e le icone di Hollywood ci dovettero pensare tanto prima di prendersi un capo dalla sterminata Rockmount Ranch Wear Collection.
E dato che ancora oggi le camicie Rockmount sono “Made in USA”, per la famiglia di Papa Jack è facile far uscire velocemente dei nuovi modelli e nuovi stili. Ora noi ne abbiamo una selezione nella nostra gamma di prodotti. Si riconoscono per i bottoni automatici tipici “Diamond Snap” e le tasche dentellate. E, naturalmente, per la qualità Rockmount “Made in USA” solida come roccia.
E un’altra cosa ancora: Paisley. Un classico fra i disegni su tessuto, fatto di foglie come virgole che posssono contenere ornamenti fra i più scatenati e colorati. La strada percorsa da questo motivo fino ad arrivare nella moda occidentale è tortuosa quanto una corsa lungo la costa californiana del Pacifico: originario della Persia, arriva per le vie commerciali di vari mogul in India e da lì dei soldati coloniali britannici lo portano nella loro isola natia, dove approda finalmente in una roccaforte scozzese della produzione tessile, vicino a Glasgow, in una città di nome: Paisley.
leggi …