Utilizziamo i cookie per analizzare, pubblicizzare e migliorare il nostro sito web. Per ulteriori informazioni consultare la nostra Dichiarazione di Protezione dei Dati.
>
2018: Linkert Attacks, Jars, F

2018: Linkert Attacks, Jars, F

(Un ritrovamento in rimessa del tipo digitale)

Suona come il canto delle sirene alle orecchie di Ulisse, quando ogni due anni dalla Francia arriva il grido: LINKERT ATTACKS! Quest’attacco è soprattutto un’offensiva dei divoratori di gomma, coleotteri e miglia contro gli show dei sempre-parcheggiati.

Perciò: scalciata d’avvio per la EL del 1973 e la FL del 1941. Davanti a noi, 800 km di statale fin nel dipartimento di Val de Loire. Ma il tempo fantastico non solo fa uscire i nostri sorrisi da sotto i caschi, ma pure una gran massa di contadini francesi dalle loro fattorie in sella a mietitrebbie mostruose, a intasare le D-Routes. Almeno per loro dopo qualche curva il moto è MIETATTACCO! E a quel punto si va spediti di nuovo.

Ma “’alt! Mon amis”, che ci sarebbe la tradizionale fermata a Sancerre sul terrazzo del ristorante du Rempart, dove davanti a un panorama grandioso di vigne ci scende il primo quartino del posto giù per il gargarozzo.

Come se già non fosse motivo sufficiente per festeggiare, arriva pure John dall’Inghilterra in sella alla sua E-Glide del ’65, portando con sé il 50esimo. No, mon dieu!, non il compleanno della nascita (l’orologio personale di John arriva tranquillamente a 77), bensì i 50 anni in sella alle Harley-Davidson. E solo con la Riders License. Patente di guida? Pourquoi? Chapeau!

Poi, leggermente pieni, si continua

per lo stagno di Jars, dove, nonostante arriviamo presto il giovedì, aspettano già un sacco di V-Twin. Clonc! Parcheggiare la moto. Flapflop! Montare la tenda e fare un giro per vedere il posto. Quelle plaisir: Knucklehead, Panhead, Indian da tutta Europa, a perdita d’occhio, con in più qualche inglese classica. E la maggior parte costruite prima del 1965, come auspicato. Inoltre, sono tutte avvezze alla strada. Alla conta risultano 46 Knucklehead – chi potrebbe far di meglio? Dans le monde entier?

Sulle classiche a due ruote splendeva pieno sole, per cui vengono sfoderate le camicie hawaiane secondo il motto “Playa del Sol”, le band di prima scelta facevano musica caliente, e il catering, ossia delle delizie, davano l’assalto al vocabolario gourmet.

Ma, allô, che succede qui?

La mattina presto del venerdì un gruppo di danesi lavora su un bobber Knucklehead: spacco nella base cilindro anteriore! Grand malheur? No, no, qui abbiamo già un nouvelle cilindro di ricambio di W&W. E com’è? Exceptionelle: il proprietario disperato aveva postato su Instagram (social media de plus reffiné!), e come vuole il caso due compaesani, anche loro in viaggio verso Linkert Attacks lo avevano visto (merci beaucoup ai Bonneville Racer Tom e John!). Quindi hanno fatto una piccola deviazione e una breve sosta a Würzburg nei quartier generali di W&W:

Allez le cylindre! Una spedizione un po’ diversa dal solito.

Anche se le tentazioni in loco erano grandi, ci siamo ugualmente rimessi sulla due giorni di ritorno sabato sul presto, perché l’idea di trovare la strada sgombra di camion e di mietitrebbie era troppo alettante. Nello specchietto retrovisore l’atmosfera rilassata, le moto, la splendida preparazione di Fred et amis; e la certezza che nel 2020 la vie en linkert è segnata indelebile sull’agenda. 2020? ... 2021? 2022?

Grazie, Corona ;-/

Merci et au revoir!