Utilizziamo i cookie per analizzare, pubblicizzare e migliorare il nostro sito web. Per ulteriori informazioni consultare la nostra Dichiarazione di Protezione dei Dati.
>
2012: Mooneyes Swapmeet, Tokyo, J

Chi invece se ne arriva lemme lemme solo verso le 10.30,

tipo il reporter di nostra fiducia Nobbi-San, beh, quello non solo deve accontentarsi di un ridotto repertorio di roba da imbullonare, ma soprattutto se la vede col sole – sempre lui – che picchia sul parcheggio dello Swapmeet senza pietà alcuna. Chi per giunta deve pure costatare che lo stop per lo Swapmeet ci sarà già alle 15 – beh, dovrà darsi una bella mossa, nonostante i 72 gradi percepiti, altrimenti non potrà mai captare l’insieme della gran massa di pezzi che qui fanno bella mostra di sé: carburatori Linkert, faretti vintage, pedali avviamento degli anni ’50, pneumatici da moto Good Year stravecchi – l’elenco è davvero sterminato.

Coloro a cui pesa la chiave inglese

ma non pesa l’idea di fare regali, qui trovano il modo di spanare tutti i contanti in una marea di stand con roba da vestire, come per esempio quelli con tante magliette super. E poi si possono rifornire con ogni tipo di accessori, ovviamente MOON, visto che dà il nome alla manifestazione.

Insomma, tutti dovrebbero riuscire a tornarsene a casa con un borsellino bello dimagrito, e con la certezza che anche quest’anno Shige San e la sua Crew hanno messo sulle due ruote una manifestazione superlativa.