Utilizziamo i cookie per analizzare, pubblicizzare e migliorare il nostro sito web. Per ulteriori informazioni consultare la nostra Dichiarazione di Protezione dei Dati.
>
Garage Basics: Sostituire la catena secondaria

Garage Basics: Sostituire la catena secondaria

Controllare e regolare la catena della secondaria è una routine ogni 1000 miglia, per cui prima o poi arriva il momento che rimane poco da regolare e che sarebbe meglio averne una nuova. Per cambiare la catena non serve la magia, a patto che gli attrezzi, e la concentrazione, siano quelli giusti.

Ci siamo permessi di elencare alla fine della nostra checklist, pronti per essere ordinati, tutte le attrezzature, i componenti, e gli utensili utili e sensati ossia necessari per un lavoro pulito e affidabile.

Allora, cominciamo:

1) Alzare la moto,

in modo che la ruota posteriore possa girare liberamente. Se di solito usate una cassa da birra, può essere d'aiuto il nostro minielevatore, 97-441.

2) NON smontare ancora la catena.

3) Verificare quante sono le maglie della catena.

Sta scritto nel manuale (i manuali sono oggetti assai utili, anche per gli smanettatori di lungo corso). Potrebbe però trattarsi di un chopper già modificato. Per andare sul sicuro: contate gli elementi della vecchia catena. Per quelli che arrivano parecchio sopra i 150: contate ogni maglia una sola volta ;-) Le nostre catene hanno fra le 100 e le 120 maglie.

Un aiuto pratico: fate un segno con un cordino, un pennarello oppure del fil di ferro... ma contate comunque due volte.

4) Ordinare la catena:

Che tipo di catena? Normale? O-ring? X-ring? Incerto? Il nostro servizio di conforto telefonico W&W vi aiuterà – potrebbe essere molto utile allegare alla mail una foto ravvicinata della catena fatta col telefonino. Affinché la catena nuova sia quella giusta già alla prima spedizione.

Dopodiché si comincia:

5) Se necessario, scorciare la catena a misura.

Il modo intelligente per farlo: usare l'attrezzo separatore e rivettatore Kellermann 91-961. Marcare la catena sulla maglia da tagliare (controllare due volte!). Poi continuare semplicemente dal punto 10.

Per quelli che preferiscono roba di maggior vigore:

6) Metodo alternativo: preparate la smerigliatrice.

Marcare la catena sulla maglia da tagliare (controllare due volte!)

7) Fissare la catena nella morsa da banco.

Tagliare col flex la testa del rivetto segnato e di quello accanto (sul lato che deve cadere) fino alla lamiera.

8) Far uscire i due rivetti,

premendo ora sull'uno ora sull'altro alternando, con il punzone adatto 82-211. Evitare che si incastrino.

9) Allentare il dado del perno ruota

e spingere in avanti la ruota insieme al perno.

10) Aprire la catena, preferibilmente dietro,

sulla corona grande. Se le due estremità poggiano sulla corona, la falsa maglia non entra in tensione. In alternativa la catena va stretta leggermente con il tendicatena 98-087. Per aprirla (le pinze regolabili da idraulico si sono dimostrate utili), spingere delicatamente il bloccante clip in direzione di scorrimento, poi toglierlo. Non forzare.

11) Togliere la falsa maglia.

Fissare con la falsa maglia aperta o con del fil di ferro la nuova catena a un'estremità di quella vecchia. Tirare via delicatamente la catena vecchia, quella nuova la seguirà. Assicurarsi che la catena passi su ambedue i pignoni.

12) Avvicinare le due estremità della nuova catena

usando il tendicatena 98-087. Controllare la tensione della catena: parecchio lenta? È stato commesso un errore accorciandola. Ricontrollare e scorciare di nuovo. Troppo tesa? Allentare il perno ruota e spingerlo in avanti.

13) Montare la falsa maglia.

Eventualmente installare gli O-ring. Anche qui, l'utensile separatore e rivettatore Kellermann 91-961 facilita la vita. Altrimenti: inserire la linguetta. Inserire con cautela il bloccante clip (con il lato chiuso verso la direzione di scorrimento) usando un utensile adatto (anche qui la pinza regolabile riesce a fare un buon lavoro) e farlo scattare in posizione corretta. Qui ci vuole il massimo dell'attenzione per evitare conseguenze estremamente spiacevoli in seguito.

14) Regolare la tensione della catena:

Rimettere la moto sulle ruote, appensantirla con il pilota, e verificare che la catena si lasci muovere verso l'alto e verso il basso di ½ pollice, ossia di 12,5 - 15 mm. Stringere il dado del perno ruota consultando il manuale per conoscere la coppia giusta, tenere d'occhio l'orientamento, con la ruota posteriore che deve stare parallela all'asse di lunghezza del veicolo.

Bingo. Buona cavalcata.

Un attimo, scusate! Per via dell'esperienza di lunghi anni vi diciamo: nonostante, o proprio perché, quella Harley è tecnologia da macchinari agricoli avanzati ;-) tutto è stato costruito in modo da non doverci mai intervenire con la forza bruta – con forza sì, a volte, ma se la cosa si rivela davvero faticosa o non va proprio, allora c'è quasi sempre del marcio.

A quel punto è meglio sentire in tempo i nostri esperti, prima che voi abbiate il danno e noi la recriminazione.

Ed ecco la nostra piccola collezione di oggettistica per una scorrevole reazione a catena: